La gabbia

Chi è di scena
12 giugno 2019
L’ultima notte di Edgar Allan Poe
12 giugno 2019

Teatro Erba – martedì 10 e mercoledì 11 marzo ore 21

FEDERICO TOLARDO      MASSIMILIANO FRATESCHI

La gabbia

di Massimiliano Frateschi – regia Massimiliano Vado

scene Andrea Urso – costumi Tiziana Massaro – produzione Inthelfilm

La Gabbia è un testo a due di teatro contemporaneo. Parla di alcune condizioni mentali che si presentano nel nostro inconscio quando proviamo a nascondere quello che siamo. Una metafora, quella dei due uomini, Max e Pier che si ritrovano in due in una sola cella d’isolamento, la cui gabbia è la loro malattia mentale. Un sonnambulo, lucido di giorno ma non di notte, ha ucciso la moglie nel sonno (motivo della sua detenzione nella cella), l’altro invece soffre di allucinazioni psicotiche e cambia versione dei fatti ogni volta che parla della sua vita privata (il motivo della sua detenzione resta ignoto). Un viaggio all’interno di una gabbia anche mentale, dalla quale sembra impossibile scappare, con dialoghi che vibrano di paure e trovano sempre un giro di volta nel senso di questi due personaggi. Loro sognano un futuro migliore. Noi con loro. Ambientato in una cella d’isolamento, per raccontare che spesso nei nostri difetti e nelle nostre paure restiamo fermi, questo testo parla di un futuro o un presente dove il mondo è distrutto da una catastrofe e dove, forse, la gente può ricominciare da zero.

Una curiosità: lo spettacolo è ambientato in una gabbia di corda e ferro scatolato, avvolta in uno strato di pellicola di polietilene.

Copyright © Torino Spettacoli 2019
È vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti.
Torino Spettacoli - Teatro Stabile Privato di Pubblico Interesse - P.IVA 05386700016
disclaimer privacy
Trasparenza – art 9 Legge 112/2013